Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Siti amici
Migliori postatori
fio (3168)
 
Federica (1935)
 
dolcemagic (1817)
 
Amministratore (1043)
 
SaraJua (491)
 
mammussi (434)
 
Denise (400)
 
Iaiaa (306)
 
frab (239)
 
Many (233)
 

Chi è online?
In totale c'è 1 utente in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 1 Ospite :: 2 Motori di ricerca

Nessuno

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 62 il Mar Ago 01, 2017 4:45 pm
Ultimi argomenti

Caritas Somalia: quattro milioni di somali in condizioni critiche, 250.000 a rischio fame

Andare in basso

Caritas Somalia: quattro milioni di somali in condizioni critiche, 250.000 a rischio fame

Messaggio Da fio il Gio Gen 12, 2012 9:32 am

Caritas Somalia: quattro milioni di somali in condizioni critiche, 250.000 a rischio fame

Mogadiscio - Secondo la FSNAU (Food Security Analysis Unit, organizzazione promossa dalla Commissione Europea e da USAID), quattro milioni di persone rimangono in condizioni di insicurezza alimentare in Somalia; di queste, tre milioni di persone si trovano nel sud del Paese. Circa 250.000 persone sono in condizioni di fame incombente. Si stima che oltre due terzi di questi 250.000 somali vivano in ambienti urbani mentre il resto si trova in aree rurali. È quanto riporta il sesto Situational Report di Caritas Somalia, inviato all’Agenzia Fides.
Nel documento si ricorda che la carestia in Somalia ha due cause principali: la scarsità di piogge nelle due stagioni precedenti (ottobre-dicembre 2010 e aprile-giugno 2011) e la mancanza di una pronta risposta umanitaria nel sud a settembre-ottobre 2011. Quest’ultimo fattore deriva dalla combinazione di una risposta inadeguata da parte della comunità internazionale e dall’accesso pesantemente limitato agli aiuti umanitari nell’area a causa della politica degli Shabaab.
La Somalia meridionale è attualmente teatro di combattimenti tra gli Shabaab e le truppe del Kenya, intervenute ufficialmente per porre fine alle incursioni di banditi somali nel proprio territorio. Il 28 novembre gli Shabaab hanno espulso 16 agenzie umanitarie e alcuni uffici sono stati saccheggiati. A causa di questa politica, tra 400.000 e 600.000 persone dell’area non saranno più assistite dalle organizzazioni umanitarie.
Dopo la siccità, forti piogge e inondazioni hanno colpito alcune parti della Somalia. Le zone più colpite si trovano nel bacino del fiume Juba, nel sud della Somalia (Gedo e Basso Juba). Le piogge hanno provocato gravi inondazioni che hanno invaso i terreni agricoli causando la perdita dei raccolti.
La situazione della Somalia rimane quindi particolarmente difficile. La Caritas per il 2012 intende concentrare le proprie attività, tra l’altro, nei seguenti settori: trattamento e prevenzione di malattie come il colera; invio di derrate alimentari o di denaro per comprare cibo nei mercati locali; fornitura di acqua potabile e di servizi igienici; sostegno medico e psicologico specie per donne e bambini vittime di violenze sessuali. Tra i partner di Caritas Somalia vi sono: Caritas Germany e Diakonia Germany; Caritas Svizzera/Lussemburgo; Trocaire e CRS.
Fonte: (L.M.) (Agenzia Fides 11/1/2012)
avatar
fio
Sostenitore
Sostenitore

Numero di messaggi : 3168
Data d'iscrizione : 21.04.09
Età : 71
Località : Como-Malindi-Africa

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum