Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Siti amici
Migliori postatori
fio (3168)
 
Federica (1935)
 
dolcemagic (1817)
 
Amministratore (1043)
 
SaraJua (491)
 
mammussi (434)
 
Denise (400)
 
Iaiaa (306)
 
frab (239)
 
Many (233)
 

Chi è online?
In totale ci sono 5 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 5 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Nessuno

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 62 il Mar Ago 01, 2017 4:45 pm
Ultimi argomenti

Jeffrey Sachs accusa l'Europa per la siccità e la fame in Africa

Andare in basso

Jeffrey Sachs accusa l'Europa per la siccità e la fame in Africa

Messaggio Da fio il Mar Lug 19, 2011 12:02 pm

Jeffrey Sachs accusa l'Europa per la siccità e la fame in Africa

Nairobi 18 luglio-Il Consigliere speciale della Nazioni Unite Prof Jeffrey Sachs ha incolpato le nazioni occidentali per aver causato la fame che sta devastando le migliaia di persone in molti paesi in Africa, Kenya incluso.

L'esperto di sviluppo ha detto la siccità che ha colpito il Kenya e la regione del Corno d'Africa è a causa del cambiamento climatico indotto dall'uomo,nei paesi industrializzati in Occidente.

Il Prof Jeffrey Sachs, consigliere speciale delle Nazioni Unite, ha tenuto una conferenza stampa sulla siccità che sta devastando il Kenya e altre parti del mondo.

Ha spiegato che i poveri della regione sono affetti da un problema creato altrove, l'attenzione alla siccità si dovrebbe intensificare nei prossimi anni. Ci sarà un'aumento della frequenza, a causa dei cambiamenti climatici.

"Infatti, l'aiuto che i governi occidentali danno alla regione per combattere la siccità dovrebbe essere considerato come compensazione e non assistenza. Sono loro i responsabili del problema,"ha detto.

Sachs ha notato che molti leader mondiali sono più interessati nelle risposte di emergenza alle calamità carestia in tutto il mondo, piuttosto che affrontare le principali ragioni dietro il problema.

Il Kenya ha ignorato gli avvertimenti che ci sarebbe stata una carestia nel paese, ha detto.

"La crisi della carestia in Kenya e il Corno d'Africa mai sarà risolta da operazioni di soccorso d'emergenza come quello che stiamo vedendo adesso. Ciò che occorre è sostenere l'investimento nelle terre secche della regione, tirando fuori della povertà estrema la gente", ha detto il diplomatico.

Sachs, che è anche il direttore dell'Istituto di terra in Columbia University, USA, ha spiegato che investire nell'industria del bestiame, costruzione, salute, strutture scolastiche, infrastrutture di trasporto e comunicazione possono aiutare le comunità locali a combattere la siccità.

Sachs ha detto che negli ultimi due anni, egli ha messo sull'avviso i leader mondiali sull'incombente calamità nelle terre del Corno d'Africa, ma i suoi messaggi non sono stati ascoltati.

"Ho parlato anche con il presidente Barack Obama circa l'estrema povertà in questa regione e la necessità di un'iniziativa di emergenza per affrontare la povertà. Ma la maggior parte dei miei appelli sono caduti nel vuoto,"ha detto.

Il Presidente e CEO dell'Aquila JM, il più grande produttore al mondo di tubi dell'acqua, ha detto che lo sviluppo economico enorme può essere sbloccato in più posti in Kenya se ci fosse adeguata erogazione di acqua potabile per bere e per l'irrigazione.

"L'unica causa più grande di estrema povertà in via di sviluppo è la mancanza di accesso all'acqua potabile. Senza di essa, non non c'è nessun agricoltura produttiva, nutrizione, igiene e salute,"ha detto
Fonte:The Standard
avatar
fio
Sostenitore
Sostenitore

Numero di messaggi : 3168
Data d'iscrizione : 21.04.09
Età : 71
Località : Como-Malindi-Africa

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum