Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Siti amici
Migliori postatori
fio (3168)
 
Federica (1935)
 
dolcemagic (1817)
 
Amministratore (1043)
 
SaraJua (491)
 
mammussi (434)
 
Denise (400)
 
Iaiaa (306)
 
frab (239)
 
Many (233)
 

Chi è in linea
In totale ci sono 4 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 4 Ospiti

Nessuno

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 62 il Mar Ago 01, 2017 4:45 pm
Ultimi argomenti

Africa orientale: legge sull’HIV in fase di studio

Andare in basso

Africa orientale: legge sull’HIV in fase di studio

Messaggio Da fio il Mar Dic 15, 2009 7:29 pm

Africa orientale: legge sull’HIV in fase di studio

Nella Comunità dell’Africa orientale è in fase di studio una legge per dare una seria risposta al dilagare dell’HIV/AIDS. Questo avviene grazie ad un processo di integrazione tra il Kenya, l’Uganda, la Tanzania, il Burundi e il Ruanda. “Con la firma del protocollo di unione doganale che consente la libera circolazione delle persone, molti hanno inteso anche la libera circolazione del virus. L’effetto Hiv, deve essere visto e abbattuto a livello regionale ma con l’apertura delle frontiere” ha dichiarato Catherine Mumma, un avvocato dei diritti umani del Kenya.

La legge permetterà di assumere un atteggiamento comune in materia di HIV/AIDS che mira ad essere non discriminatorio. Attualmente, alcuni Paesi della regione criminalizzano i gay. Secondo molte persone, gli omosessuali causerebbero il diffondersi del virus.

La proposta di legge mira a fornire maggiori servizi per le persone comuni da regione a regione e che queste possano muoversi liberamente attraverso le frontiere. “Gli africani dell’est, vorrebbero una legge che permetta loro di accedere ai servizi ovunque si trovino” ribadisce Caterine Mumma.

Ad oggi, esistono tantissimi dislivelli tra paese e Paese. Il Kenya ha una legge che prevede il trattamento e la consulenza gratuita per le persone sieropositive. Una delle controversie riguarda la criminalizzazione della trasmissione dell’HIV/AIDS. Nel codice penale del Kenya, del Ruanda, del Burundi e della Tanzania le prostitute e gli omosessuali sono considerati ad alto rischio di trasmissione. Quindi, non è consentito loro l’accesso alle cure.

Una legge specifica è stata presentata al Parlamento dell’Uganda nel 2008. Ha già provocato una protesta pubblica a causa di una clausola relativa alla criminalizzazione della trasmissione dell’HIV tra gli adulti. “L’Hiv dovrebbe essere vista come ogni altra malattia, compresa l’epatite B” ha spiegato Mumma ai microfoni locali.
Fonte: Web Magazine
avatar
fio
Sostenitore
Sostenitore

Numero di messaggi : 3168
Data d'iscrizione : 21.04.09
Età : 71
Località : Como-Malindi-Africa

Tornare in alto Andare in basso

Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum