Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Siti amici
Migliori postatori
fio (3168)
 
Federica (1935)
 
dolcemagic (1817)
 
Amministratore (1043)
 
SaraJua (491)
 
mammussi (434)
 
Denise (400)
 
Iaiaa (306)
 
frab (239)
 
Many (233)
 

Chi è in linea
In totale ci sono 2 utenti in linea :: 0 Registrato, 0 Nascosti e 2 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

Nessuno

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo degli utenti in linea è stato 47 il Ven Feb 08, 2013 1:51 pm
Ultimi argomenti
» Presentazione
Gio Lug 02, 2015 7:15 am Da andrea corsi

» Presentarsi al forum
Lun Mag 25, 2015 5:56 pm Da giulio

» Kenya: Malindi, morto console onorario Marco Vancini.
Ven Mar 06, 2015 7:34 am Da dolcemagic

» Kenyani ospiti in Italia-Procedura
Ven Mar 06, 2015 7:19 am Da dolcemagic

» KENYA. Morta Amalia Rosso, cofondatrice FrancorossoInternational
Gio Gen 08, 2015 3:35 pm Da fio

» Kenya - Video orfanatrofio Timboni
Ven Dic 26, 2014 4:45 pm Da virginia ciaravolo

» Nuova mattanza islamica in Kenya: trucidate e decapitate 36 persone
Dom Dic 07, 2014 6:56 am Da fio

» Kenya, niente processo per presidente Kenyatta: ritirate le accuse
Dom Dic 07, 2014 6:51 am Da fio

» Kenya. Maasai – La nascita di un bimbo
Dom Dic 07, 2014 6:46 am Da fio

» Eccomi su passione Kenya
Dom Nov 16, 2014 6:05 pm Da fio


Kenyatta il vincitore accusato di crimini contro l’umanità.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Kenyatta il vincitore accusato di crimini contro l’umanità.

Messaggio Da fio il Sab Mar 09, 2013 8:43 pm

Kenyatta il vincitore accusato di crimini contro l’umanità.

Uhuru Kenyatta, classe 1961, figlio di Mzee Jomo, padre fondatore del Kenya, è il nuovo presidente del Paese africano. Lunedì 4 Marzo, 14 milioni di Keniani hanno espresso il proprio voto e in 6. 173.433 (50, 07% secondo la BBC) lo hanno prescelto sugli altri 7 candidati. Secondo la nuova costituzione (2010), si è votato per scegliere 47 governatori (uno per contea), 47 senatori, 47 rappresentanti donne, 290 parlamentari e 1450 rappresentanti totali.

I risultati sono stati definitivamente comunicati questa mattina, dopo ben 5 giorni di attese. Immediate le proteste sollevate dal principale sfidante, Odinga, che invece ha raccolto il 43,28%. I brogli sarebbero ancora i protagonisti indiscussi delle tornate elettorali e qualche giorno fa la Commissione per i Diritti Umani ha diffuso dei video in cui è chiara la pratica della compravendita dei voti nel Paese. Voti superiori alle schede scrutinate e viceversa, e grandi dubbi sul reale funzionamento del voto biometrico, ossia un meccanismo che ricorre al riconoscimento delle impronte digitali e che è stato introdotto lo scorso novembre, in seguito all’annuncio da parte del IECB, il Kenya’s Independent Electoral and Boundaries Commission (IEBC).

Secondo Issack Hassan, presidente dell’IEBC, i Keniani hanno votato “con calma, con pazienza, con orgoglio e pacificamente dinanzi il mondo intero”. Tuttavia, numerosi sono i segni di scetticismo della popolazione rispetto al nuovo sistema. Solo 2.600 osservatori stranieri su 23.000 concordano sulla regolarità, mentre l’Inghilterra e gli Stati Uniti ammettono di non gradire il risultato espresso nelle urne. Uhuru Kenyatta, che ha studiato Scienze Politiche ed Economia all’Amherst College negli USA, è l’eroe, o meglio “njamba”, come è chiamato in Kenya. La controversia e la violenze che seguirono le elezioni del 2007 videro Kenyatta divenire uno dei due vice primi ministri, ministro del commercio e delle finanze nel governo di coalizione, ma anche il primo accusato di coinvolgimento negli scontri.

Magnate dei media, proprietario del canale TV K24, di un quotidiano popolare e un certo numero di stazioni radio, con un patrimonio stimato di 500 milioni di dollari che include anche appezzamenti enormi di terra nella Rift Valley, nelle regioni centrali e costiere del Kenya, Kenyatta è indubbiamente la persona più ricca tra i 23 Paesi africani, secondo quanto rivelato dalla rivista Forbes. Proveniente da una famiglia con vasti interessi nei settori del turismo, bancario, assicurativi e dell’edilizia, ha basato la sua campagna elettorale sulla modernità e l’essere in sintonia con i giovani del paese, utilizzando mezzi informatici come Twitter per diffondere il bilancio 2011/2012 e invitare i contribuenti al loro dovere. La squadra del signor Kenyatta è stata, infatti, presentata come il “team digitale”, pronta ad attivarsi per lo sviluppo del Kenya.

Ciò nonostante, l’immagine dell’eroe non è condivisa da metà della popolazione keniota e men che meno a livello internazionale. La questione della terra e della riforma fondiaria tormenta lui e il resto della sua famiglia. In gran parte dell’Africa, la terra è ancora la fonte primaria di quasi tutti gli scontri etnici. Nel suo manifesto elettorale, Kenyatta riconosce che “la prosperità futura del Kenya dipende dalla trasformazione in possedere immobili e terreni, dall’espansione di utilizzatori del territorio e dei diritti di proprietà”. Eppure, precedentemente, in riguardo alla riforma fondiaria e ai possedimenti della sua famiglia aveva sostenuto che non v’era bisogno di rispondere a domande: “Non è che io non vi dico, ma non c’è bisogno di dirvi.” (HARDtalk, BBC, 2008)

Per il resto del mondo è un criminale. La Corte Penale Internazionale dell’Aja lo accusa, insieme al suo compagno politico William Ruto, di crimini contro l’umanità, perpetuati durante gli scontri post-elettorali del 2007. L’imputato, che nega ogni accusa e afferma fortemente che la Corte Penale sia solo uno strumento neo-coloniale creato dagli Occidentali per soggiogare l’Africa Nera, dovrà affrontare il processo nel mese di luglio, mentre l’appello dell’onorevole Ruto è stato rinviato a maggio, dopo che i suoi avvocati lamentavano la carenza di tempo per preparare la sua difesa. Il pronunciamento della Corte nei confronti di un Presidente in carica implicherebbe la creazione di un precedente giuridico per altre realtà, come quella di Omar al-Bashir, presidente del Sudan, o della Siria di Bashar al-Assad.

Stati Uniti, Regno Unito e l’ex segretario generale dell’ONU Kofi Annan hanno dichiarato indirettamente che l’elezione di Mr Kenyatta come presidente avrebbe conseguenze negative per le relazioni con il Kenya.
Londra, i cui diplomatici sono stati accusati di interferire negli affari interni del Kenya, ha annunciato che i funzionari inglesi non entreranno in contatto con lui. Ciò comporterebbe quasi inevitabilmente una spaccatura diplomatica.

Washington, già prima dello spoglio, aveva sostenuto che “le scelte hanno conseguenze”. Lo stesso presidente Obama aveva raccomandato ai suoi lontani parenti il “voting for peace”. La faccenda è complessa, dato che “Kenyatta sa che ha bisogno degli Stati Uniti, e gli Stati Uniti sanno di aver bisogno del Kenya” (New York Times: Jendayi Frazer, ex Assistente Segretario di Stato per gli Affari Africani). La cooperazione Kenya-USA è vitale per entrambi nella lotta contro gli affiliati di al-Qaida. (ricordiamo gli attentati a Nairobi, Mombasa e nella vicina Somalia), nella battaglia contro la pirateria nell’Oceano Indiano, e nelle problematiche regionali (violenza e migrazioni di massa nella Repubblica Democratica del Congo). Da non sottovalutare, infine, è il ruolo del Kenya nell’ambito dei progetti transnazionali delle Nazioni Unite.

Per concludere, il nuovo sistema di votazione elettronica del Kenya è stato progettato per eliminare la possibilità di brogli elettorali ed evitare una ripetizione della violenza post-sondaggio del 2007. Problemi tecnici hanno comunque intaccato la sicurezza e veridicità dei risultati e, secondo la nuova costituzione il 50% secco basta ad eleggere il nuovo presidente, quindi non ci sono possibilità costituzionali per Odinga di chiedere il ballottaggio. Ammesso il caso che il sistema di voto biometrico avesse funzionato correttamente, e che il candidato sia stato eletto regolarmente e democraticamente, il dubbio che assilla chi scrive è il seguente: è accettabile la candidatura di uomini sui quali ricadono accuse di questa portata?

fio
Sostenitore
Sostenitore

Numero di messaggi : 3168
Data d'iscrizione : 21.04.09
Età : 69
Località : Como-Malindi-Africa

Tornare in alto Andare in basso

Re: Kenyatta il vincitore accusato di crimini contro l’umanità.

Messaggio Da SaraJua il Dom Mar 10, 2013 6:21 am

Direi un quadro ben preciso del nuovo Presidente....ma io ti rispondo con un altra domanda cosa succederà se la Corte Penale giudicherà il nuovo Presidente colpevole????
Ci saranno nuove elezioni??'Sarà condannato o che altro???

bom

SaraJua
Amico del forum
Amico del forum

Numero di messaggi : 491
Data d'iscrizione : 30.09.10
Età : 37
Località : Malindi Kenya

Tornare in alto Andare in basso

Re: Kenyatta il vincitore accusato di crimini contro l’umanità.

Messaggio Da fio il Lun Mar 11, 2013 7:40 am

Queste sono le accuse stabilite dal tribunale dellAJA che pendono sulla testa del Presidente:

>"Uhuru Muigai Kenyatta
Vice Primo Ministro ed ex Ministro delle finanze della Repubblica del Kenya
Citazioni a comparire emesso: 8 Marzo 2011
Aspetto iniziale udienza: 8 aprile 2011
Decisione relativa alla conferma delle accuse: 23 gennaio 2012
Apertura del processo: in programma il 11 aprile 2013
Accuse
Mr Kenyatta - insieme con l'onorevole Muthaura - è presumibilmente penalmente responsabile come un indiretto co-autore ai sensi dell'articolo 25 (3) (a) dello Statuto di Roma per i crimini contro l'umanità di:
• omicidio (articolo 7 (l) (a));
• deportazione o trasferimento forzato (art. 7 (l) (d));
• lo stupro (articolo 7 (l) (g));
• persecuzione (art. 7 (l) (h)), e
• altri atti inumani (articolo 7 (l) (k))."<

L'appello da parte di Mr Kenyatta come richiesto dai suoi avvocati già è stato rinviato, considerato poi i tempi abbastanz lunghi da parte della corte dell'AJA, nel frattempo il Presidente continuerà nella sua posizione.
Un eventuale condanna la vedo difficile, come si evolve anche da altre simili situazioni che interessano altri capi di stato.

fio
Sostenitore
Sostenitore

Numero di messaggi : 3168
Data d'iscrizione : 21.04.09
Età : 69
Località : Como-Malindi-Africa

Tornare in alto Andare in basso

Re: Kenyatta il vincitore accusato di crimini contro l’umanità.

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato Oggi a 2:20 am


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum