Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Siti amici
Migliori postatori
fio (3168)
 
Federica (1935)
 
dolcemagic (1817)
 
Amministratore (1043)
 
SaraJua (491)
 
mammussi (434)
 
Denise (400)
 
Iaiaa (306)
 
frab (239)
 
Many (233)
 

Chi è in linea
In totale ci sono 3 utenti in linea :: 0 Registrato, 0 Nascosti e 3 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Nessuno

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo degli utenti in linea è stato 47 il Ven Feb 08, 2013 1:51 pm
Ultimi argomenti
» Presentazione
Gio Lug 02, 2015 7:15 am Da andrea corsi

» Presentarsi al forum
Lun Mag 25, 2015 5:56 pm Da giulio

» Kenya: Malindi, morto console onorario Marco Vancini.
Ven Mar 06, 2015 7:34 am Da dolcemagic

» Kenyani ospiti in Italia-Procedura
Ven Mar 06, 2015 7:19 am Da dolcemagic

» KENYA. Morta Amalia Rosso, cofondatrice FrancorossoInternational
Gio Gen 08, 2015 3:35 pm Da fio

» Kenya - Video orfanatrofio Timboni
Ven Dic 26, 2014 4:45 pm Da virginia ciaravolo

» Nuova mattanza islamica in Kenya: trucidate e decapitate 36 persone
Dom Dic 07, 2014 6:56 am Da fio

» Kenya, niente processo per presidente Kenyatta: ritirate le accuse
Dom Dic 07, 2014 6:51 am Da fio

» Kenya. Maasai – La nascita di un bimbo
Dom Dic 07, 2014 6:46 am Da fio

» Eccomi su passione Kenya
Dom Nov 16, 2014 6:05 pm Da fio


Caos alle elezioni in Kenya Accuse di brogli

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Caos alle elezioni in Kenya Accuse di brogli

Messaggio Da fio il Gio Mar 07, 2013 5:03 pm

Caos alle elezioni in Kenya

Accuse di brogli sono arrivate da entrambi i principali candidati alla presidenza, Kenyatta e Odinga.
14 milioni di keniani sono stati chiamati alle urne per eleggere il nuovo presidente che prenderà il posto di Mwai Kibaki. Si è trattata dell’elezione più importante degli ultimi anni per il Kenya, la prima da quando è in vigore la nuova Costituzione (agosto 2010). Contestualmente al presidente devono essere eletti i 290 membri del Parlamento, 47 senatori, 47 governatori, 47 rappresentanti donne e 1.450 rappresentanti di contea.

Alle urne si è recato il 70% degli aventi diritto. Lo scrutinio sta procedendo a rilento, tra problemi tecnici e organizzativi, lasciando che i sospetti di brogli e manipolazioni prendano corpo.

I due principali sfidanti alla carica di Presidente sono: Uhuru Kenyatta, figlio del “padre fondatore” del Kenya Jomo Kenyatta, primo presidente dopo l’indipendenza dalla Gran Bretagna e Raila Odinga.

Uno, Kenyatta, è vice primo ministro e leader del partito Alleanza del Giubileo, l’altro invece Odinga, è primo ministro con la Coalizione per le riforme e lo sviluppo. Il primo è appartenente alla tribù dei Kikuyu, che ha il predominio in Kenya, mentre Odinga è della tribù Luo.

Con il 40% delle sezioni scrutinate Kenyatta risultava essere in vantaggio con il 53% dei voti contro il 42% di Odinga.

Ieri, 6 marzo, il partito di Uhuru Kenyatta ha accusato l’Alto commissario britannico, Christian Turner, di aver interferito nello spoglio elettorale in Kenya. Il suo coinvolgimento è stato giudicato “confuso, sospetto e piuttosto animato” e dunque si sospetta che abbia influenzato la commissione elettorale nella decisione di conteggiare le schede inizialmente considerate nulle nel computo totale. Inoltre il partito di Kenyatta, Alleanza del Giubileo, ha chiesto spiegazioni “dell’improvviso aumento di personale militare britannico” nel paese.

Turner ha immediatamente respinto le accuse via Twitter, scrivendo: “Non è vero che nel Regno Unito ha posizione o un punto di vista sui voti respinti, è una decisione che devono prendere i keniani e se necessario rivolgendosi alla Corte Suprema”.

Il ministero degli Esteri britannico ha fatti sapere che i soldati inviati in Kenya fanno parte di un programma di addestramento i cui dettagli erano stati stabiliti nove mesi fa.

La sera del 5 marzo il presidente della commissione elettorale del Kenya ha fatto sapere che le schede ritenute nulle verranno comunque conteggiate e conteranno nel determinare la maggioranza. Questo rende più difficile che uno degli otto candidati superi il 50% dei voti e dunque si potrebbe andare al ballottaggio.

Oggi è stato invece il compagno alla corsa presidenziale del primo ministro Raila Odinga, Kalonzo Musyoka, ha denunciare brogli dicendo:””Abbiamo prove che i risultati che abbiamo ricevuto sono stati manipolati”. Dunque ha sostenuto che il conteggio dei voti deve essere interrotto, ma ha aggiunto che la sua dichiarazione non è un invito alla protesta.

Alle ultime elezioni presidenziali del 2007 persero la vita più di 1.000 persone nelle violenze che scoppiarono dopo il voto quando Odinga ha sostenuto di esser stato truffato da Mwai Kibaki
Fonte:Il Journal

fio
Sostenitore
Sostenitore

Numero di messaggi : 3168
Data d'iscrizione : 21.04.09
Età : 69
Località : Como-Malindi-Africa

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum