Cerca
 
 

Risultati per:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Siti amici
Migliori postatori
fio (3168)
 
Federica (1935)
 
dolcemagic (1817)
 
Amministratore (1043)
 
SaraJua (491)
 
mammussi (434)
 
Denise (400)
 
Iaiaa (306)
 
frab (239)
 
Many (233)
 

Chi è online?
In totale c'è 1 utente in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 1 Ospite :: 2 Motori di ricerca

Nessuno

[ Guarda la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 62 il Mar Ago 01, 2017 4:45 pm
Ultimi argomenti

Indonesia: “Da anni preghiamo verso l’Africa anziché La Mecca”

Andare in basso

Indonesia: “Da anni preghiamo verso l’Africa anziché La Mecca”

Messaggio Da fio il Mar Lug 20, 2010 7:46 am

Indonesia: “Da anni preghiamo verso l’Africa anziché La Mecca”

Secondo gli Ulema, oltre 200 milioni di musulmani hanno sbagliato la direzione delle loro preghiere rivolgendosi non alla città santa del regno saudita dove sorge la Kàba, ma verso la costa orientale africana, quindi troppo a sud in riferimento alla direzione corretta.

Ad ammettere l’errore è stato il Consiglio degli Ulema Indonesiani (Mui), il più importante organo religioso del Paese asiatico, secondo cui l’errore è dipeso da calcoli approssimativi. “Dopo un accurato studio compiuto da cosmografi ed astronomi, siamo venuti a conoscenza che sinora abbiamo rivolto le preghiere verso la Somalia meridionale e il Kenya“, ha ammesso Màruf Amini, uno degli eruditi più in vista del Mui, citato dal Jakarta Globe.

PANICO! - “Ora abbiamo ricalcolato la direzione, spostandola verso nordovest“, ha precisato Amini. Secondo il quotidiano, tra i musulmani dell’arcipelago si è scatenato il panico appena si è diffusa la notizia dell’errore nel posizionamento della qibla, che indica la direzione della Kàba. Ma lo stesso Amini ha prontamente rassicurato gli animi, smentendo l’ipotesi che tutte le preghiere recitate fino ad oggi fossero da dichiarare nulle. “Il calcolo sbagliato non ha impedito a Dio di ascoltare le nostre preghiere – ha dichiarato – Allah è consapevole che gli umani compiono errori”.

DECISIONE FRETTOLOSA - Pregare intenzionalmente nella direzione sbagliata, infatti, è considerato un peccato in Islam, mentre gli errori non intenzionali non lo sono. “Non c’è bisogno di cambiare la struttura edilizia“, ha affermato Umar Shihab consigliere del MUI intervistato dal Jakarta Globe, e che ha informato ufficialmente i gestori delle moschee attraverso un editto.” Basta fare un piccolo adeguamento ruotando leggermente le stuoie di preghiera“, ha aggiunto. Said Aqil Siradj, il presidente della Nahdlatul Ulama (NU), la più grande organizzazione islamica del paese, ha affermato che l’ editto del MUI è stata una decisione frettolosa da parte dell’organismo.

LE IRE DEL CLERO - “Non dovevano avere fretta a prendere una decisione così importante” , “qualsiasi cosa in materia di diritto pubblico dovrebbe essere fatta dopo una lunga contemplazione“.”E’ un bene che il MUI abbia provveduto a rettificare l’errore, ma questa deve essere una lezione a non sfornare editti di fretta“. Said ha anche aggiunto che i massimi studiosi dell’ NU si riuniranno nel prossimo futuro per discutere la questione. A gennaio, lo studioso islamico Mutoha Arkanuddin ha sostenuto che tra il 50 e l’80 per cento delle moschee del paese e delle tombe non sono state correttamente orientate verso la Mecca , scatenando le ire del clero conservatore..
Fonte:Giornalettismo
avatar
fio
Sostenitore
Sostenitore

Numero di messaggi : 3168
Data d'iscrizione : 21.04.09
Età : 71
Località : Como-Malindi-Africa

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum